La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

Archivio per 14 febbraio 2010

Un triangolo

 

Un triangolo eccezionale

Venezia….

Firenze…

Milano….

Venezia in quanto città natale di Carlo Goldoni, che ha dato lustro alla maschera di Arlecchino, la più importante nel panorama del teatro italiano

Firenze perché ha dato i natali a Ferruccio Soleri che, all’età di ben 80 anni calca ancora le scene in questa veste con un’agilità insospettabile per una persona della sua età, conquistando pure, recentemente, un primato nel Guinnes per gli oltre 50 anni in cui ha portato il personaggio di Arlecchino sulla scena, con oltre 2000 repliche del medesimo spettacolo (dal 1947)

Milano perché c’è il Piccolo Teatro di Giorgio Strehler che, pur essendo triestino, aveva Milano come città di riferimento, ed aveva adattato la maschera di Arlecchino nella commedia “Arlecchino servo di due padroni.”.

Un mix ineguagliabile con ingredienti sapientemente dosati, come in un buon cocktail, capace di trasmettere emozioni incontenibili.


veleni

 

Accecati dal livore, i rappresentanti dell’opposizione non si avvedono che, attaccando il dott. Bertolaso, perderanno sempre più consensi. Mentre è tutto da provare per quanto concerne la corruzione ed i favori sessuali (accuse che decadranno ben presto), le opere che il sottosegretario ha portato a compimento, in breve tempo e con competenza, sono sotto gli occhi di tutti. Il comportamento più spregevole poi l’hanno tenuto Marco Travaglio e Antonio Di Pietro con la sua IDV. Quest’ultimo politico poi con le faccende del figlio (indagato per corruzione, turbativa d´asta e abuso d´ufficio e mai dimessosi dalla carica di consigliere pur transitando in un gruppo misto– atto dovuto, però quanto meno strano dato che dell’integrità morale l’IDV ha fatto la sua bandiera), che in Campania sostiene un pluriindagato come De Luca, e con la questione della gestione dei fondi derivanti dai rimborsi elettorali che affluiscono ad una associazione gestita dall’ex magistrato e dalla moglie invece che al partito (come da denuncia di Occhetto e Veltri e da istruttoria della Corte dei Conti) non è in grado di dare lezioni di moralità a nessuno. Lo stesso Bersani ridotto, pur di avere consensi, a cagnolino al guinzaglio dello stesso Di Pietro, dovrebbe pensare a Iervolino e Bassolino come hanno conciato Napoli e come il tanto vituperato dott. Bertolaso l’ha ripulita (e tutto il mondo se ne è reso conto); ma nessuno ha chiesto le dimissioni di quei due incapaci. Travaglio poi credendo di fare lo spiritoso alla maniera del Grillo sparlante, fa infimi giochi di parole chiamando il sottosegretario una volta Bertoladro e l’altra Bertolaido. Si potrebbe fare altrettanto con lui chiamandolo, che ne so, tr_abbaglio, visto che sta toppando in maniera vistosa. Non scrivo altri epiteti per non mettermi sullo stesso piano di chi non ha altri mezzi per denigrare gli avversari politici che offenderli con termini quali "psiconano" ed altre amenità del genere (o de-generi).

L’unica cosa che mi conforta è ritenere che questi "mezzucci" non pagano, ma rafforzano invece la maggioranza in essere. Se ci fosse davvero un’opposizione cosiddetta "costruttiva", in grado cioè di proporre suggerimenti e soluzioni, sarebbe la benvenuta. Purtroppo così non è, ma non si lamentino poi della perdita di consensi: chi è causa del suo mal….