La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

cucina….

Sarà per le discussioni con lupo (concludiamo spesso le nostre discussioni parlando di cucina), sarà per le chiacchierate con pierre, esperto di piatti baresi, sarà per Igni che mi passò tempo addietro le foto degli arancini alla siciliana, sarà il post di Max sul suo blog, ma mi sono ricordata della cucina della nonna. Io sono altoatesina, e quindi sono pratica di speck, canederli, stinchi e gulasch, strudel, torta sacher e torta di grano saraceno, però ho imparato a cucinare da mia madre che, pur essendo trentina, ed essendo orfana di madre, ha imparato a cucinare sotto la guida della suocera, campana DOC. E quindi ricordo con nostalgia i piatti semplici, ma sani e saporiti, della nonna, come la minestra di fagioli cannellini e scarola bianca (che non sono mai riuscita a fare bene come lei), i "puparuoli" arrostiti sulla brace, oppure in tortiera, con la  mollica di pane, i capperi e le alici sotto sale,  la "pizza chiena" che veniva fritta in padella, il lesso ripassato in padella con i peperoncini (ne abbiamo parlato un paio di giorni fa..ricordi?) ed i dolci come la pastiera,  mostaccioli e gli struffoli. Qualche volta mi sono pure cimentata nel ragù alla napoletana, non preparato con la carne trita, ma col "pezzo intero", fatto cuocere per ore, fino a che il sugo per condire la pasta diventa denso, cremoso e scurissimo, mentre la carne, affettata, viene servita per secondo. Ed il mio piatto preferito resta ancora la parmigiana di melanzane, laboriosetto, ma di grande soddisfazione, da alternare alla caponata, ottima sia calda che fredda. Forse è anche per i ricordi dell’infanzia, per gli ortaggi che laggiù avevano un altro sapore,sapevano veramente di sole,  ma allora tutto sembrava più buono…(A proposito, in chat incontro sempre più uomini appassionati di cucina, e pure mio mariito ta i fornelli se la cava mica male, anzi….)

Una Risposta

  1. Max

    Noi appassionati di cucina noi che leggendoti ci viene l’acquolina noi che tra i fornelli passiamo delle ore noi che se ci invitano a pranzo dicono "era meglio se gli regalavo un abito"ahahahah,e con questo commento ti lascio un sorriso per augurarti una buona cena e un ottima serata.

    "Mi piace"

    30 giugno 2009 alle 18:16

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...