La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

vita e morte

Rispondo qui ad Angela..Non si soffre solo per un figlio. Si soffre anche per genitori, nonni, parenti ed amici. Non mi permetto di giudicare il padre di Eluana, il suo dolore credo sia immenso, e credo che nel suo intimo ne avrà rimorso per tutta l’esistenza, ma per conto mio è stato anche strumentalizzato da chi voleva una legge sul testamento biologico ed ha approfittato della "vacatio legis" per imporre questo disumano trattamento alla povera Eluana. Poi come tutti sanno Eluana è morta sola. Io ho ancora il ricordo della morte dei miei, mio padre era in coma, però reagiva ancora debolmente alle nostre voci, ed è morto con la sua mano tra le mie. Mia madre si è spenta per consunzione (ossia fame), devastata da un tumore all’intestino, smagrendo a vista d’occhio, ma anche lei è morta con me vicino che, pur se adormentata, avevo sempre la sua mano nella mia. Lei invece era abbandonata da tutti. La mamma si sa che è gravemente ammalata, il padre ovviamente la deve seguire, ma i medici cui era affidato il "protocollo", ossia l’anestesista ed il neurologo erano per i fattacci loro, uno addiritura in Liguria per il fine settimana. I volontari nemmeno erano nella sua stanza,non ho capito se era per non disturbarla o per non essere disturbati dall’agonia di quella povera donna. I nostri politici, come ho detto in altro intervento, erano occupati anche loro… per il fine settimana…Lei se n’è andata, togliendo silenziosamente il disturbo, e spero che qualcuno, intenerito dalla fine che l’aspettava, abbia accelerato la situazione calcando la mano con i sedativi….
 

6 Risposte

  1. angela

    loredana io la penso esattamente come te, quello che ha fatto il padre di Eluana è inconcepibile x chi ama la vita e la rispetta. La vita è un dono di Dio.Eluana x suo padre era una croce, una croce che nn ha mai voluto accettare e che gli toglieva il respiro. Ora sarà il peso della sua scelta a togliergli il respiro. CI sn xsone che nella sofferenza mettono fuori tutto il loro coraggio , la loro forza ela loro capacità di amare.Altre come il padre di Eluana si arrendono , si spegne in loro la voglia di vivere la vita cosi come Dio la xmette, e cosi decidono di spegnerla anche negli altri. Forse lui pensa di aver vinto ,ma ha xso la battaglia della vita lo dimostra che nn ha avuto il coraggio di andare al suo funerale. Io fino a ieri mi ero messa in disparte nn volevo esprimere nessun giudizio nei suoi riguardi ma quando ho sentito che nn è andata al funerale mi sn indignata , il suo cinismo ha ferito tutti. I genitori sono e devono essere gli angeli custodi dei figli,la mano che li conduce nei sentieri della vita e nn i loro xsecutori ,la mano che li conduce nel sentiero della morte.

    "Mi piace"

    13 febbraio 2009 alle 08:44

  2. angela

    …….L’uomo porti sulle sulle sue spalle la grazia di un PADRE.La donna sia un cielo di tenerezza, un abbraccio pieno di calore.E i figli colgano la forza che sboccia dall’AMORE………..

    "Mi piace"

    13 febbraio 2009 alle 11:46

  3. piscinina

    vedi Angela, quello che mi disturba non è tanto che i genitori non abbiano partecipato alle esequie. Ci sono persone che pur amando i loro cari non se la sentono di accompagnarli in quell’ultimo viaggio che rappresenta il definitivo distacco. Due cose però non mi convincono: una che suo padre, ateo, abbia voluto i funerali religiosi, ma anche questo ci potrebbe stare. L’altra che abbia atteso per 10 anni a rendere nota la "presunta" volontà della figlia di non voler vivere. Ma se Eluana fosse stata minorenne? come si sarebbe posta la questione? Lei, come tale, non avrebbe potuto esprimere un parere. I genitori sarebbero stati legittimati a decidere per lei? Lo so, sono questioni troppo grandi. Ormai è andata com’è andata. Speriamo solo che non si debba ripetere più.

    "Mi piace"

    14 febbraio 2009 alle 16:15

  4. DOLLYDO

    REF: "Ci sono persone che pur amando i loro cari non se la sentono di accompagnarli in quell’ultimo viaggio che rappresenta il definitivo distacco "Si te lo confermo, quando è morta mia nonna 2 settimane fa, mia mamma che era lì con lei fino all’ultimo respiro, non se lì’è sentita affatto di venire al cimitero e veder metter al bara sotto. forse a volte lo fanno per evadere dalla realtà, alcuni come mi amamma perchè non ce la faceva proprio a veder emttere una persona così importante sotto un metro di terra. Sai io al momento sono tranquilla, ma se penso quello che sta succedendo sotto quel metro di terra mi vengono i brividi e tendo a scappare al pensiero e pensare ad altro…..è difficile accettare il corso della natura anche dopo al morte.

    "Mi piace"

    15 febbraio 2009 alle 14:48

  5. pierpaolo

    credo semplicemente che per suo padre Eluana fosse morta già 17 anni fa

    "Mi piace"

    16 febbraio 2009 alle 12:44

  6. Pingback: Biotestamento « l'ombra esiste solo dove c'è la luce

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...